I 3 materiali più usati per i tavoli da cucina di design

Le cucine necessitano sempre di un tavolo per ovvie ragioni, ma quali sono i materiali più utilizzati nella loro creazione? E quali sono i loro pro e i loro contro?

 

I 3 materiali più utilizzati per i tavoli di cucina

  • Tavoli in vetro

In molte cucine di oggigiorno sono presenti tavoli in vetro, materiale in grado di riflettere la superficie rendendo l’intero spazio della cucina più aperto e brillante.

In molti credono che il vetro sia un materiale molto fragile, tuttavia grazie all’applicazione di tecniche moderne è possibile renderlo un materiale estremamente resistente, capaci di resiste a urti e graffi.

 

  • Tavoli in legno

Il legno è uno dei materiali più comuni presenti in tutte le cucine e si differenzia enormemente per peso, qualità e resistenza a seconda della tipologia di albero da cui proviene.

Più il tavolo è leggero più sarà propenso a rovinarsi, e in generale questa tipologia di materiale tende a scheggiarsi o danneggiarsi piuttosto facilmente, rendendo la manutenzione un atto necessario sul lungo termine.

 

  • Tavoli in marmo

Il marmo è molto costoso e richiede una certa dose di attenzione, ma come è facile intuire questo tipo di materiale è uno dei migliori quando si parla di brillantezza e finezza estetica. Pregiato ed estremamente lucente il marmo è in grado di regalare emozioni uniche alla vista e al tatto, e non a caso è uno dei materiali più utilizzati del mondo per numerose tipologie di creazioni.

Tuttavia questa bellezza comporta anche alcuni piccoli sacrifici, poiché i tavoli in marmo sono estremamente pesanti e difficili da spostare, e tendono a macchiarsi molto facilmente.

 

Ogni materiale ha le sue caratteristiche distintive, ma in realtà il fattore più importante in assoluto è la qualità finale del prodotto. Proprio per questo è importante affidarsi a degli esperti del settore, come ad esempio Arredamenti Cippiciani, professionisti che operano da anni nel settore delle cucine a Gubbio.